Seleziona una pagina

Negli ultimi quattro mesi si è  parlato molto dei recenti avvenimenti della categoria dei pesi massimi, poiché la categoria è sostanzialmente ferma con i suoi grandi nomi che non combattono fino alla fine di quest’anno, a parte Dillian Whyte, che affronterà Alexander Povetkin il 22 agosto nel Regno Unito .

Whyte (27-1, 18 KO) ha disputato recentemente molti titoli, in gran parte pertinenti alla sua presenza obbligatoria al titolo dei pesi massimi WBC al momento detenuto da Tyson Fury.  I due si sono affrontati a lungo sui social media  e per una volta, sembra che il trentaduenne Whyte sia in realtà lo “sfidante obbligatorio” dal WBC.

Ma Fury (30-0-1, 21 KO) ha un terzo incontro contrattualmente obbligato con Deontay Wilder. Sky Sports ha posto la domanda a Mauricio Sulaiman del WBC , se Wilder (42-1-1, 41 KO) non potebbe affrontare Fury entro quest’anno a causa di un infortunio – ma è stato detto che si sta riprendendo da un intervento chirurgico- Whyte avrà una grande possibilità quest’anno?

Sulaiman dice di essere pronto a questo scenario, ed è certo che in entrambi i casi, Whyte dovrà affrontare Fury prima di Anthony Joshua :

Come da contratto  il 3 match Fury-Wilder è per il 19 dicembre , ma tutti sanno che è un’evento impossibile da realizzarsi sia per l’infortunio di Wilder ma soprattutto che negli Stati Uniti in questa data l’evento sarà a porte chiuse e quindi si dovrà prevedere anche un’altra nazione che potesse ospitare un evento così importante che potrà ospitare il pubblico.